Sabato, 22 Settembre 2018
CROTONE

Attentato a "Libera"
di Isola Capo Rizzuto

attentato, isola capo rizzuto, libera, Catanzaro, Calabria, Archivio

"Nel giro di poche settimane questo è il terzo attentato incendiario perpetrato ai danni delle cooperative impegnate nella gestione dei terreni confiscati alla criminalità mafiosa di 'Libera '. Dopo quello delle cooperative Beppe Montana a Lentini in Sicilia e quello alle "Terre di Don Beppe Diana nel Casertano, è toccata all'orzo di Isola Capo Rizzuto".

Lo afferma la Presidenza di Legacoop Calabria. "Dopo i tentativi messi in atto nei giorni scorsi - precisa la Lega - ieri è stata chiara l'intenzione di danneggiare la coltivazione di orzo, già in avanzata fase di maturazione, con il chiaro intento di mandare un messaggio intimidatorio a tutti i soggetti impegnati nella gestione dei beni confiscati al Clan Arena.

 Legacoop Calabria impegnata assieme alle forze sane del territorio Crotonese si sente 'corresponsabile' dell'accaduto e rinnoverà i propri sforzi per aiutare un processo diretto ad aiutare l'affermazione della legalità sul territorio Crotonese quale presupposto fondamentale per favorire il riutilizzo sociale e produttivo dei beni confiscati alla mafia.

In questo senso esprimiamo un sentimento di vicinanza e solidarietà a quanti sono impegnati nella gestione dei terreni; alle Istituzioni locali; a Libera Crotone, all'ATS "Libera Terra Crotone" con i quali "condividiamo" il lavoro per la gestione temporanea dei terreni finalizzata alla promozione di una cooperativa sociale la quale attraverso l'attuazione del proprio progetto d'impresa contribuirà a promuovere legalità e sviluppo sul territorio crotonese".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X