Lunedì, 24 Settembre 2018
MINOSSE 2

I rapporti tra cosche
e imprenditori

Sono stati ricostruiti ieri davanti ai giudici del Tribunale da parte del luogotenente Nazzareno Lopreiato i filoni d’indagine seguiti nell’ambito di un’inchiesta della Distrettuale antimafia di Catanzaro. Il luogotenente ha risposto alle domande del pm Simona Rossi attraverso le quali sono stati evidenziati i rapporti che molti imprenditori tessevano con esponenti delle cosche e in particolar modo con il clan Mancuso di Limbadi. Nell’inchista sono emersi rapporti piuttosto stretti anche tra esponenti della polizia giudiziaria e personaggi attualmente imputati nell’operazione denominata “Minosse Due”. Il pm ha chiesto inoltre spiegazioni sui movimenti di un noto parlamentare romano che sarebbe stato portato a cena a casa di Pantaleone Mancuso. Fatti che risalgono all’aprile del 2001.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X