Venerdì, 21 Settembre 2018
EMERGENZA RIFIUTI

La spazzatura sarà
dirottata in Puglia

emergenza rifiuti, Catanzaro, Calabria, Archivio

L’emergenza rifiuti in Calabria può essere risolta soltanto esportando la spazzatura in Puglia. Ad accogliere la spazzatura calabrese sarà la discarica privata di Grottaglie, in provincia di Taranto, gestita da Ecolevante. Così è scritto in un contratto firmato dal commissario per l’emergenza ambientale Vincenzo Speranza e il responsabile dell’azienda tarantina. Dovrebbe essere questa la risposta che il commissario governativo dà alla Daneco, l’impresa milanese che gestisce la megadiscarica di Pianopoli alle porte di Lamezia ormai stracolma, quella di Alli alla periferia di Catanzaro, e l’impianto di selezione a San Pietro Lametino. Ecolevante di pugliese ha solo il nome, perché da oltre un anno è controllata da un pool “lumbard”, il Gruppo Lgh, che hanno creato le municipalizzate di Rovato nel Bresciano, Cremona, Crema, Pavia e Lodi. A differenze delle municipalizzate calabresi che sanno registrare solo deficit e scioperi, quelle lombarde hanno creato un pool che riesce a gestire il ciclo rifiuti un po’ dovunque. Intanto il prefetto di Catanzaro Antonio Reppucci ha scritto a Scopelliti: c’è lo stato d’emergenza, è ora che se ne occupi il consiglio regionale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X