Giovedì, 20 Settembre 2018
GIZZERIA

Camionista ucciso
si indaga nella
vita privata

Lo aspettavano a casa per il cenone di Capodanno ed il suo ritardo ha insospettito la moglie, che si è recata subito alla polizia per chiedere aiuto nel tentativo di trovare suo marito. Ed è così che, a distanza di poco tempo, i poliziotti del commissariato di Lamezia Terme hanno scoperto che a Gizzeria si era consumato l'omicidio di Annunziato Gallo, un camionista di 52 anni ucciso con un colpo di fucile alla testa. Il corpo del camionista è stato trovato con il cranio fracassato vicino ad un albero del terreno di famiglia dove si era recato per raccogliere la legna. A poca distanza è stato trovato il trattore che, dopo l'omicidio, ha finito la sua corsa in un dirupo. La scena che si è presentata inizialmente agli investigatori faceva sembrare che Gallo fosse rimasto vittima di un incidente, ma poi, attraverso una serie di accertamenti scientifici, è emerso che l'uomo era stato ucciso con un colpo alla testa. Nel terreno adiacente al luogo dove è stato trovato il cadavere i poliziotti, nonostante fosse buio, sono riusciti a trovare una serie di tracce utili a ricostruire l'accaduto. In particolare è stata notata una lunga scia di sangue attraverso la quale è stato possibile stabilire il luogo esatto in cui Gallo è stato ucciso. I poliziotti del Commissariato di Lamezia Terme ritengono, infatti, che il colpo di fucile è stato sparato da distanza ravvicinata mentre Gallo era a bordo del trattore. Il mezzo ha poi proseguito la sua corsa per alcuni metri e, prima di finire nel dirupo, il cadavere è caduto a terra fermandosi davanti ad un albero. Questa ricostruzione fa ipotizzare che la vittima conoscesse l'autore del delitto. I familiari e gli amici del camionista sono stati sentiti nel corso della notte per ricostruire i suoi ultimi spostamenti e per accertare se recentemente avesse avuto contrasti con altre persone. Gallo, che era incensurato, da alcuni anni lavorava come camionista ed effettuava trasporti dalla Calabria verso la Svizzera. Ed è proprio analizzando la sua vita e le sue attività che le indagini si sono concentrate fortemente nella vita privata di Gallo e nell'ambiente delle sue più strette conoscenze. Gli investigatori stanno ora valutando una serie di elementi emersi dalle testimonianze e sono abbastanza fiduciosi sull'individuazione del responsabile dell'omicidio. (ANSA).

 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook