Martedì, 25 Settembre 2018
VIBO VALENTIA

Trattativa chiusa,
venduto il Valentianum

valentianum, Catanzaro, Calabria, Archivio
valentianum vibo

L’operazione era scattata già da alcuni anni, ma si è conclusa solo il 28 dicembre scorso davanti ad un notaio con le firme del sindaco Nicola D’A g ostino e del presidente della Camera di commercio Michele Lico. Al centro dell’“affaire” l’accordo sulla vendita del piano superiore del Valentianum (dove è attualmente allocata la Camera di commercio) con annesso il chiostro dell’ antico convento domenicano. Un’operazione non facile ma che ha trovato la volontà delle parti che si sono presentate davanti al notaio Giampiero Monteleone per chiudere la compravendita dell’immobile per un importo di un milione e 465mila euro. Il Comune cede in questo modo uno dei pezzi più importanti del suo patrimonio immobiliare alla Camera di commercio, che centra così uno dei suoi principali obiettivi: quello di avere una sede di prestigio e nello stesso tempo di sua proprietà. Al momento della firma il presidente Michele Lico ha staccato un assegno di 250mila euro di acconto. L’operazione, naturalmente, sarà perfezionata fra due mesi alla scadenza dei sessanta giorni a decorrere dal 28 dicembre. Perché sul Valentianum, in quanto ente pubblico, godono un diritto di prelazione il ministero per i Beni culturali, la Sovrintendenza e la Regione che per lo stesso importo pattuito tra palazzo “Luigi Razza” e Camera di commercio potrebbero impossessarsi dell’immobile. Prima di arrivare alla chiusura dell’accordo, il Comune aveva emanato un bando pubblico al quale nessuno ha risposto. Così l’immobile è stato venduto alla Camera di commercio alle stesse condizioni previste dal bando.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X