Mercoledì, 19 Settembre 2018
OP. GRINGIA

Blitz in masseria
mentre macellava
il maiale

op. gringia, patania, Catanzaro, Calabria, Archivio
patania

Finita la latitanza di Saverio Patania, 37 anni, coinvolto nella faida tra la sua famiglia e la cosca dei cosiddetti Piscopisani. Figlio di Nato Patania, ucciso il 18 settembre del 2011, era indagato per l’omicidio di Francesco Scrugli e per il tentato omicidio di Francesco Calafati.

Il latitante è stato arrestato dai carabinieri nella sua masseria mentre si stava uccidendo il maiale. Con lui sono finiti in manette Alessandro Bartalotta, 22 anni, già indagato a piede libero nell’operazione “Gringia”, Antonio La Rocca, 35 anni, di Gerocarne, e un pastore romeno Valer Dumitras, di 50 anni, che lavorava alle dipendenze di Patania.

Soddisfazione per l’arresto del pericoloso latitante è stata espressa dal procuratore della Dda Vincenzo Lombardo e dal procuratore aggiunto, Giuseppe Borrelli.   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook