Lunedì, 24 Settembre 2018
VIBO VALENTIA

Il boss da casa teneva
tutti sotto controllo

Sebbene si trovasse agli arresti domiciliari Antonio Mancuso (classe 38) avrebbe continuato a tenere la situazione sotto controllo, impartendo ordini e curando gli affari della cosca, nonché cercando di mantenere la “famiglia” sempre unita. È quanto emerge dall’attività di indagine coordinata dalla Dda di Catanzaro che in pratica evidenzia «l’operatività» di Antonio Mancuso (alias Zi ‘Ntoni) negli anni simile a quella già delineata nel 2003 dall’inchiesta Dinasty. All’interno della “famiglia” di Limbadi il ruolo di Antonio Mancuso sarebbe stato indiscutibilmente al vertice.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X