Domenica, 23 Settembre 2018
TROPEA

Aggredito e rapinato
tra i viali del cimitero

di

 Aggredito, malmenato e rapinato all’interno del cimitero di Tropea. È successo ieri, poco dopo le otto di mattina, quando un giovane della cittadina è stato avvicinato da due persone all’interno del cimitero tropeano. Secondo una prima ricostruzione fornita dalla vittima e al vaglio degli inquirenti che stanno indagando sul preoccupante episodio, A.G., di Tropea, si trovava in visita ai cari defunti al cimitero, quando due persone, quasi certamente un uomo e una donna, hanno elemosinato qualche spicciolo. Al rifiuto del giovane i due lo hanno aggredito con un bastone, colpendolo sulle gambe e rapinandolo del suo portafogli. Subito dopo il giovane ha avuto la prontezza di chiedere aiuto ed è stato soccorso in ospedale, dove gli sono state riscontrate diverse contusioni provocate dai colpi inferti dai due rapinatori. Il giovane, fortunatamente, è potuto tornare subito a casa, dolorante ma salvo. I medici hanno stilato una prognosi di pochi giorni ma ciò nulla toglie alla gravità dell’episodio. Nel frattempo, sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Tropea agli ordini del capitano Francesco Di Pinto, i quali hanno avviato le ricerche dei due malviventi che hanno messo in subbuglio l’intero centro tropeano. La paura della cittadinanza, in queste ore, è tanta, così come è alto il livello di allerta. Da molto tempo, infatti, non si verificava un episodio di tale portata, specie in un luogo, com’è il cimitero, giornalmente frequentato da molte persone, da anziani soli, da donne che potrebbero facilmente essere vittime di altri atti violenti a scopo di rapina. A quanto emerso dalle prime indagini, che proseguono serrate anche in queste ore, i due aggressori potrebbero essere di nazionalità straniera, giunti inosservati all’interno del cimitero con il preciso scopo di rapinare la prima vittima che si fosse presentata al loro cospetto. Allo stesso tempo, gli inquirenti non escludono alcuna possibilità, sia sulla provenienza dei rapinatori, sia sul movente del gesto. Intanto, anche da parte delle forze politiche della città si levano le prime reazioni di indignazione per un atto che mette a dura prova la sicurezza all’interno dell’area cimiteriale. In particolare, il circolo cittadino del Pd, esprime attraverso il suo segretario Sandro D’Agostino «lo sdegno per l’atto di violenza perpetrato a Tropea, avvenuto peraltro in luogo sacro quale il cimitero comunale. Alla solidarietà manifestata alla vittima del reato – si legge in una nota diffusa poco dopo l’accaduto – si unisce lo stupore per un gesto d’incomprensibile violenza. Non si può, tuttavia, sottacere come sia auspicabile un intervento, più volte sollecitato dalla cittadinanza, di recupero dell’area cimiteriale. Dinanzi a teli eventi viene rafforzata la convinzione di una maggiore partecipazione della cittadinanza alla vita pubblica del paese, che rappresenta uno dei principali obiettivi che il Pd di Tropea intende perseguire».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X