Domenica, 23 Settembre 2018
CATANZARO

Nuovo ospedale
e integrazione,
vertice a Roma

Vertice decisivo la settimana prossima a Roma per il futuro degli ospedali del capoluogo regionale. L’Agenas, agenzia nazionale per i servizi regionali, incontrerà la struttura commissariale calabrese e verosimilmente lo stesso commissario ad acta Giuseppe Scopelliti per avere un quadro esatto in merito all’appropriatezza dei ricoveri nelle aziende ospedaliere di Catanzaro e al reale fabbisogno di posti letto, con particolare riguardo al Policlinico universitario Mater Domini dove non tutti i posti assegnati (e comunque computati nel novero complessivo destinato a Catanzaro) sarebbero stati attivati. C’è bisogno di un’operazione verità che sblocchi le tante situazioni ferme o conflittuali che inceppano la sanità del capoluogo. La verifica di parametri fondamentali come l’appropriatezza e il fabbisogno potrebbe comportare una revisione del decreto commissariale che ha ridisegnato la sanità cittadina. L’incontro romano potrà avere altre importanti ricadute, soprattutto riguardo al costruendo nuovo ospedale di Germaneto e all’ipotesi di integrazione tra le aziende Pugliese-Ciaccio e Mater Domini. C’è da stabilire se l’assegnazione di 450 posti letto al futuro ospedale sia congrua o sottostimata, e se viceversa quella attribuita al Policlinico non sia eccessiva rispetto alla reale attività dell’Azienda.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X