Lunedì, 24 Settembre 2018
LAMEZIA TERME

Otto anni inflitti
a ex consigliere
Giovanni Governa

giovanni governa, Catanzaro, Calabria, Archivio
giustizia

Otto anni di reclusione: questa la condanna inflitta stasera dal gup di Catanzaro Livio Sabatini all'ex consigliere comunale di Lamezia Terme in carica nel 1991 Giovanni Governa. Il gup lo ha condannato per tre episodi estorsivi con l'aggravante delle modalità mafiose e riqualificando l'accusa di associazione mafiosa da promotore a semplice partecipe. Governa è stato invece assolto da altri 25 capi di imputazione tra cui concorso in omicidio ed estorsioni. Governa era stato arrestato negli anni Novanta nel corso dell'operazione "Primi passi" condotta contro i clan del Lametino. La sua posizione fu stralciata in quanto era stato giudicato incapace di stare in giudizio. In un secondo momento, é stato stabilito che poteva affrontare il processo ed è stato rinviato a giudizio. Il pm Elio Romano aveva chiesto la condanna a 16 anni di reclusione. I difensori, gli avvocati Leopoldo Marchese ed Armando Veneto, nelle loro arringhe, hanno parlato della capacità di intendere e di volere di Governa, anche a fronte delle precedenti perizie psichiatriche che lo avevano ritenuto incapace di stare in giudizio. I difensori, nel corso di una delle udienze svoltesi davanti al Gup, avevano fatto presente che in Corte d'assise, dove Governa è imputato nel processo per l'omicidio di Antonio Perri, era in corso una perizia sulla sua capacità di stare in giudizio. Da qui la richiesta di attenderne l'esito o, per lo meno, di disporne un'altra. Richieste che sono state rigettate dal gup che ha disposto la prosecuzione del dibattimento con la requisitoria del pm. (ANSA).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X