Sabato, 23 Marzo 2019
stampa
Dimensione testo
LAMEZIA TERME

Furti di rame,
ben 797 denunce

Riciclavano rame provento di furti perpetrati in alcuni cimiteri di Lamezia Terme, ed in particolare in quello di Sambiase: ben 797 persone, per la maggior parte residenti nella provincia di Catanzaro (alcuni in altre regioni) sono state denunciate in stato di libertà per smaltimento illecito di rifiuti e per associazione a delinquere. Oltre a riciclare rame rubato nei cimiteri trasformavano anche il metallo saccheggiato lungo linee elettriche e telefoniche. Tra gli indagati anche responsabili o soci in imprese che svolgono l’attività di smaltimento dei rifiuti o ditte di trasporto. Le indagini sono frutto di una brillante attività investigativa avviata dai carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme agli inizi del 2011 che si è avvalsa della collaborazione del Nucleo Operativo Ecologico di Catanzaro. Nella dettagliata e particolareggiata comunicazione di notizia di reato vengono elencate ben 61 denunce commesse non solo a Lamezia, ma anche Catanzaro, S. Andrea Apostolo, Simeri Crichi, Girifalco, Borgia, San Pietro Apostolo, Tiriolo, Nocera Torinese. A coordinare inizialmente le indagini è stata la procura di Lamezia Terme, che ha poi trasmesso gli atti a quella di Catanzaro.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook