Lunedì, 24 Settembre 2018
LAMEZIA TERME

Furti di rame,
ben 797 denunce

Riciclavano rame provento di furti perpetrati in alcuni cimiteri di Lamezia Terme, ed in particolare in quello di Sambiase: ben 797 persone, per la maggior parte residenti nella provincia di Catanzaro (alcuni in altre regioni) sono state denunciate in stato di libertà per smaltimento illecito di rifiuti e per associazione a delinquere. Oltre a riciclare rame rubato nei cimiteri trasformavano anche il metallo saccheggiato lungo linee elettriche e telefoniche. Tra gli indagati anche responsabili o soci in imprese che svolgono l’attività di smaltimento dei rifiuti o ditte di trasporto. Le indagini sono frutto di una brillante attività investigativa avviata dai carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme agli inizi del 2011 che si è avvalsa della collaborazione del Nucleo Operativo Ecologico di Catanzaro. Nella dettagliata e particolareggiata comunicazione di notizia di reato vengono elencate ben 61 denunce commesse non solo a Lamezia, ma anche Catanzaro, S. Andrea Apostolo, Simeri Crichi, Girifalco, Borgia, San Pietro Apostolo, Tiriolo, Nocera Torinese. A coordinare inizialmente le indagini è stata la procura di Lamezia Terme, che ha poi trasmesso gli atti a quella di Catanzaro.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X