Martedì, 25 Settembre 2018
VIBO

Stabilimento Eni, il
sindacato non molla

Il sindacato tiene alta l’attenzione e chiede un incontro immediato in Prefettura. Lo stabilimento Eni di Vibo Marina rischia seriamente la chiusura. La proroga concessa dal sindaco Nicola D’Agostino a continuare ad operare scade a fine dicembre. Entro quella data bisognerà trovare una soluzione alternativa. I depositi Eni di viale delle Industrie dovrebbero ubbidire alle direttive dell’ordinanza emessa negli anni passati dal commissario per l’emergenza alluvione che prevede la delocalizzazione di tutte le aziende a rischio. Una direttiva che l’azienda non riesce a rispettare per i costi piuttosto elevati che il trasferimento dello stabilimento impone. Per ovviare a questo inconveniente l’Eni ha predisposto un progetto per la messa in sicurezza di tutta l’area ma, purtroppo, non riesce ad ottenere il via libera da parte dei tecnici comunali sempre in virtù del fatto che le aziende che insistono lungo quella fascia debbono traslocare.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X