Martedì, 20 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Falsi invalidi assunti per incassare fondi Ue
LAMEZIA TERME

Falsi invalidi assunti per incassare fondi Ue

di
falsi invalidi, gdf, lamezia terme, Catanzaro, Calabria, Archivio
guardia di finanza

Falsi invalidi assunti al call center Infocontact per poter incassare fondi europei. Questa l’accusa della procura di Lamezia Terme all’impresa di servizi ma anche al vertice del call center e ad alcuni dirigenti della Regione. Si tratta di Giuseppe Pane amministratore di Infocontact Srl e Paolo Braganó responsabile delle risorse umane nell’azienda.

I dirigenti sono dell’assessorato regionale ai Servizi sociali: Concettina Di Gesù, Cosimo Cuomo e Michelina Ricca che avrebbero verificato la sussistenza dei requisiti previsti per il finanziamento di 2 milioni e mezzo di euro. Tutti accusati di truffa. Ci sono altri tre indagati ma sono deceduti. La guardia di finanza che si è occupata delle indagini sull’azienda di Lamezia ha proceduto al sequestro cautelativo dei beni degli indagati.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook