Venerdì, 20 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
SAN PIETRO A MAIDA

Il ritrovamento del piccolo Nicolò, il procuratore di Lamezia: "Grande impegno di tutti"

ritrovamento nicolò frija, Nicolò Frija, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Salvatore Curcio, procuratore di Lamezia

Il Procuratore della Repubblica di Lamezia Terme, Salvatore Curcio, si è recato nel luogo in cui stamattina vigili del fuoco, Protezione civile regionale ed un gruppo di volontari hanno trovato il corpo senza vita di Nicolò, il bambino di due anni che risultava disperso dal 4 ottobre scorso, giorno in cui si è abbattuto nella zona un nubifragio che ha provocato la morte della mamma del piccolo, Stefania Signore, di
30 anni, e del fratello di sette anni.

Secondo la ricostruzione di quanto è accaduto, Stefania Signore ed i due figli furono sorpresi dal nubifragio mentre stavano rientrando in auto nella loro abitazione di Gizzeria. La donna, colta dal panico, scese dalla vettura, insieme ai due figli. La furia del nubifragio, però, le strappò dalle braccia il piccolo Nicolò e trascinò via la donna e l’altro figlio, i cui corpi furono trovati dopo alcune ore ad alcune centinaia di metri dal punto in cui fu rivenuta l’automobile della donna. Del corpo del piccolo Nicolò si era invece persa ogni traccia, fino al ritrovamento di stamattina.

Stefania Signore, nel momento in cui fu sorpresa dal nubifragio, aveva appena prelevato i figli dall’abitazione dei suoceri dopo avere finito il suo turno di lavoro in un call center.

«Ci tengo a ringraziare, oltre agli organismi di polizia giudiziaria, la Protezione civile ed i suoi volontari, il Cnr, i vigili del fuoco, in tutte le loro articolazioni, e tutti i semplici cittadini intervenuti volontariamente, per il grande impegno che hanno profuso nelle ricerche del corpo del bambino scomparso e nelle attività correlate».

Lo ha detto il Procuratore della Repubblica di Lamezia Terme, Salvatore Curcio, in relazione al ritrovamento, dopo otto giorni di incessanti ricerche, del corpo di Nicolò, vittima insieme alla madre ed al fratello di sette anni del nubifragio abbattutosi in Calabria il 4 ottobre scorso.

«In questa vicenda - ha aggiunto il procuratore Curcio - meritano di essere evidenziati gli aspetti di grande umanità, condivisione e solidarietà che tutti hanno dimostrato sul campo. Valori non sempre riscontrabili ai giorni nostri».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook