Giovedì, 15 Novembre 2018
"GIARDINI SEGRETI"

Vibo, sette rinvii a giudizi per detenzione ai fini di spaccio di marijuana

A meno di due mesi dalla chiusura delle indagini, scattano le richieste di rinvio a giudizio. Il sostituto procuratore Claudia Colucci, infatti, le ha avanzate al gip per sette indagati, coinvolti nell’operazione antidroga “Giardini segreti” – sferrata da Dda e Polizia grazie anche alle dichiarazioni del collaboratore di giustizia Emanuele Mancuso, esponente dell’omonima famiglia di ’ndrangheta di Limbadi – le posizioni dei quali erano state trasmesse al vaglio della Procura di Vibo dal gip distrettuale non essendo stato loro contestato agli indagati il reato associativo.

In particolare la richiesta di rinvio a giudizio riguarda: Giacomo Antonio Giuseppe Chirico, 21 anni di Maierato (avv. Mario Bagnato); Antonio Curello, 21 anni di Vibo (avv. Beatrice Biamonte e avv. Vincenzo Brosio); Maria Ludovica Di Stilo, 23 anni di Vibo (avv. Giorgio Moschella e avv. Carmine Pandullo); Salvatore Ferraro, 22 anni di Vibo (avv. Mario Ferraro); William Gregorio, 23 anni di San Ferdinando (avv. Nicola Rao); Giusy Milidoni, 21 anni di Jonadi (avv. Walter Franzè e avv. Francesco Sabatino) e Riccardo Papalia, 34 anni di Nicotera (avv. Francesco Capria). Detenzione ai fini di spaccio di marijuana l’accusa loro contestata.

La versione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione della Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X