Venerdì, 19 Aprile 2019
stampa
Dimensione testo
PRO OSPEDALE

Nicotera, centro obesità: un’eccellenza che potrebbe ripartire

di

L’obesità è una malattia complicata e va affrontata con la necessaria attenzione sin dagli anni più verdi per evitare una serie di malattie ad essa strettamente collegate a cominciare da diabete e insufficienza cardiaca per finire a ipertensione e danni alle articolazioni, nonché a tutta una serie di complicanze in grado di abbassare notevolmente la qualità della vita.

A spiegarlo, in maniera semplice ed efficace, durante un incontro con alcuni componenti del nascente comitato civico “Pro ospedale”, tra cui Mimmo Pagano e Franco Prenesti, è Giuseppe Crispino, specialista in diabetologia ed endocrinologia. Spaziando sul tema del possibile rilancio del “Centro obesità “Carmine Ionadi”, ricorda di essere ancora, almeno sulla carta, il responsabile della struttura. È in vita, infatti, una delibera risalente al 2012, mediante la quale la commissione straordinaria che gestiva l’Asp (Indolfi-Bonadias-Serra), riorganizzava la struttura sganciandola dall’università di Tor Vergata per trasformarla in “Struttura di endocrinologia, diabetologia e malattie del metabolismo” con al suo interno un settore riservato all’alimentazione e alla dieta mediterranea. La delibera non veniva mai attivata ed il Centro sfioriva.

Per Crispino, nondimeno, il progetto può essere ripreso «a condizione – sostiene – che al Centro venga assegnato il personale necessario per l’attivazione».

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook