Martedì, 18 Giugno 2019
stampa
Dimensione testo
LA VICENDA

Catanzaro, nuova sede del Tar: sfuma anche via Crispi

di
catanzaro, nuova sede del Tar, tar calabria, via Crispi, Sergio Abramo, Vincenzo Salamone, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Tar Calabria

Sembra ormai il gioco delle tre carte la paradossale vicenda della nuova sede del Tar, a Catanzaro. Scartata una, ne spunta un'altra, ma non è ancora quella giusta. L'ultima forse sbucherà fuori solo “a babbo morto”, cioè dopo l'ormai imminente trasferimento dell'attuale presidente del Tribunale Amministrativo Regionale, Vincenzo Salamone, che ha chiesto e ottenuto di presiedere il prestigioso Tar del Piemonte.

Il presidente Salamone, che finora ha portato avanti la ricerca con puntigliosa meticolosità affidandola ad una commissione di esperti, verosimilmente lascerà il Tar Calabria lì dove lo aveva trovato. Dopo l'opzione “via Massara” è sfumata, infatti, anche la proposta dell'immobile di via Crispi, già sede dell'assessorato regionale ai Lavori pubblici, che il sindaco Sergio Abramo aveva proposto e illustrato a Salamone.

Non se ne farà nulla, non solo perché la «proprietà pubblica» non è del Comune ma in parte è della Regione e in parte del demanio, cioè dello Stato. Ma anche perché si è scoperto che su quell'edificio è già in stato avanzato una trattativa con la Corte dei Conti.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro in edicola. 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook