Martedì, 19 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
OPERAZIONE "CARMINIUS"

'Ndrangheta in Piemonte, chiuse le indagini sui "padroni" di Carmagnola: 41 indagati - Nomi

di
'ndrangheta, clan bonavota, operazione carminius, Alessandro Longo, Andrea Perri, Antonino Arone, Antonino Buono, Antonino Defina, Antonio Dimopoli, Antonio Francesco Pizzonia, Antonio Pilutzu, Antonio Saraco, Antonio Serratore, Basilio Defina, Bruno Pistola, Carmelo Costa, Cristian Rauseo, Daniele Interrante, Diego Manissero, Domenico Antonio Parrello, Domenico Belsito, Domenico Cichello, Fabrizio Solimeno, Francesco Arone, Francesco Mandaradoni, Francesco Pugliese, Francesco Santaguida, Giammaria Gallarato, Giovambattista Primerano, Luca Pignato, Marco Podda, Nazzareno Fratea, Nicola De Fina, Pasquale Parrello, Raffaele Arone, Roberto Rampulla, Rocco Costa, Rosario Tedesco, Salvatore Arone, Teresa Papaluca, Vito Tamburro, Xuewei Guo, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Un fermo immagine tratto da un video della finanza mostra un momento dell'operazione Carminius

A sette mesi dall'operazione “Carminius”, attraverso cui tra Piemonte, Liguria e Vibonese, è stata disarticolata una “costola” del clan Bonavota - la Dda di Torino conclude le indagini e ai 17 indagati (un diciottesimo era già in carcere all'estero) se ne aggiungono altri 24.

Associazione mafiosa, traffico internazionale di sostanze stupefacenti, trasferimento fraudolento di valori, estorsione, emissione di fatture per operazioni inesistenti e truffa, i reati a vario titolo contestati ai “padroni” di Carmagnola. Organizzazione che per raggiungere il totale controllo della zona messa sotto scacco avrebbe stipulato un patto con esponenti di Cosa nostra.

Questi gli indagati: Antonino Arone (detto Tony), di 37 anni: Francesco Arone (detto Franco), di 58, Raffaele Arone, di 44 e Salvatore (Turi) Arone, di 59. Conclusione indagini notificata anche ad Antonino Defina (alias Ninu ‘i Palumba), 53anni; Basilio Defina (Vasili ‘i Palumba), di 55; Nicola De Fina, di 45; Nazzareno Fratea, 65 anni originario di San Costantino Calabro; Rocco Costa, di 53; Francesco Santaguida, 41 anni; Antonino Buono, di 61 della provincia di Palermo ; Giammaria Gallarato, 28 anni di Giaveno; Francesco Mandaradoni, di 53 di Moncalieri; Antonio Pilutzu, 46 di Carignano; Bruno Pistola, di 62; Francesco Pugliese, di 53 (tutti di Torino) e Roberto Rampulla, di 60 di Sanremo. Tutti questi indagati lo scorso marzo erano stati raggiunti da ordinanza cautelare.

All'elenco la Dda di Torino aggiunge: Domenico Belsito (cl. 82) di Villanova d'Asti; Domenico Belsito (cl. 66) residente a Torino; Carmelo Costa, 51 anni, originario di Gioiosa Jonica e residente a Carignano (To); Domenico Cichello (detto Salvatore), 39 anni, residente a Varedo (MB); Antonio Dimopoli, 26 di Borgata Culea Martiniana Po (Cn); Xuewei Guo, 39 di Carmagnola; Daniele Interrante, 39 di Milano; Alessandro Longo, 41 originario di Polistena; Diego Manissero, 54; Teresa Papaluca, di 49; Domenico Antonio Parrello, di 26; Pasquale Parrello, 57, tutti residenti a Carmagnola; Andrea Perri, 44 di Arzachena; Luca Pignato, 41 di Carmagnola; Antonio Francesco Pizzonia, 47 di Torino; Marco Podda, 49 di Magenta; Giovambattista Primerano, 38 di Moncalieri; Cristian Rauseo, 49 di torino; Antonio Saraco, 63 di Carmagnola; Antonio Serratore, 45 di Sant'Onofrio; Fabrizio Solimeno, 29 di Torino; Vito Tamburro, 43, vibonese residente a Carmagnola e Rosario Tedesco, 57 anni di Termini Imerese residente a Carmagnola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook