Domenica, 05 Aprile 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca 'Ndrangheta, inchiesta "Quinta Bolgia": prosciolto l'ex deputato Galati
CATANZARO

'Ndrangheta, inchiesta "Quinta Bolgia": prosciolto l'ex deputato Galati

'ndrangheta, Giuseppe Galati, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Giuseppe Galati

Il Gip di Catanzaro ha prosciolto l'ex parlamentare Giuseppe Galati, indagato nell'ambito dell'inchiesta "Quinta Bolgia" condotta dalla Dda del capoluogo calabrese guidata dal procuratore Nicola Gratteri.

L'archiviazione del deputato, che attesta, dunque, l'estraneità di Galati nella vicenda che ha coinvolto l'Asp di Catanzaro, è stata chiesta dal pubblico ministero. "Il provvedimento mi restituisce dignità e giustizia, ma senza lenire la sofferenza e l'amarezza che da quella ordinanza erano derivate", dichiara Galati.

L'ex sottosegretario, infatti, nell'ambito di quell'operazione scattata il 12 novembre del 2018, venne posto agli arresti domiciliari con l'accusa di abuso d'ufficio aggravato dalle modalità mafiose, misura cautelare poi annullata dal Tribunale del Riesame, che dispose, accogliendo in parte le tesi difensive, il divieto di recarsi in Calabria.

La Cassazione, infine, come dichiarano i legali dell'ex deputato, Francesco Gambardella e Salvatore Cerra, annullò entrambi i provvedimenti "ritenendo evanescente la contestazione" ed evidenziando "la totale estraneità a fatti penalmente rilevanti" di Galati. Pochi giorni fa la stessa procura, nell'ambito della medesima inchiesta, ha chiesto il rinvio a giudizio per gli ex dirigenti dell'Asp di Catanzaro.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook