Lunedì, 28 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Comune di Pizzo sciolto per mafia, gli ex amministratori fanno ricorso
VIBO VALENTIA

Comune di Pizzo sciolto per mafia, gli ex amministratori fanno ricorso

di

Gli ex amministratori di Pizzo, a seguito dello scioglimento del Consiglio per mafia, ha presentato ricorso al Tar del Lazio per chiedere l'annullamento dello scioglimento del Consiglio comunale e il relativo commissariamento.

Impugnati anche la proposta del ministero dell'Interno del 21 febbraio e la deliberazione del Consiglio dei Ministri adottata a seguito della riunione del 25 febbraio; nonché la relazione trasmessa dalla Prefettura di Vibo al ministero dell'Interno. Gli ex assessori e consiglieri Fabrizio Anello, Sharon Fanello, Maria Pascale e Cristina Mazzei ritengono che «le circostanze addotte a giustificazione del provvedimento dissolutorio - si legge nel ricorso - sono neutre, inveritiere, inadeguate e inconsistenti, frutto di travisamento dei fatti per grave difetto di istruttoria».

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione Calabria. 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook