Sabato, 26 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Le mani delle cosche sui migranti nel Catanzarese, si è aperto il processo d'appello
TRIBUNALE

Le mani delle cosche sui migranti nel Catanzarese, si è aperto il processo d'appello

di
'ndrangheta, immigrazione, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Il tribunale di Catanzaro

Il pentito catanzarese Santino Mirarchi potrebbe riaprire l'istruttoria dibattimentale nel processo d'appello scaturito dall'inchiesta “Jonny”, l'indagine con cui la Dda di Catanzaro ha svelato l'infiltrazione dei clan crotonesi nella gestione del centro d'accoglienza di Isola Capo Rizzuto.

A richiedere l'audizione del collaboratore di giustizia, che con le sue dichiarazioni ha svelato l'organigramma dei clan a Catanzaro, Borgia e Vallefiorita, sono stati gli avvocati Salvatore Staiano e Antonio Lomonaco. La richiesta della difesa è stata fondata sulla errata valutazione operata dal primo giudice in ordine alle precedenti dichiarazioni rese nel corso della sua collaborazione. La Corte, composta dalla presidente presidente De Franco, a latere Gioia e Luzzo, ha rinviato la decisione alla prossima udienza fissata per il 13 novembre.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione di Catanzaro

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook