Mercoledì, 08 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vie d’uscita alla crisi post pandemia a Catanzaro: produrre birra da esportare all’estero
L'ATTIVITÀ

Vie d’uscita alla crisi post pandemia a Catanzaro: produrre birra da esportare all’estero

di
La storia di Anselmo Verrino e Lucia Franco, soci in affari e coppia nella vita
birrificio artigianale, zagarise, Anselmo Verrino, Lucia Franco, Catanzaro, Cronaca
Lucia Franco e Anselmo Verrino

Birrifici artigianali a bocca asciutta. Nei giorni della delusione per quel cambio di colore che avrebbe potuto far scattare anche in Calabria il tempo delle riaperture e della ripartenza, ma per il quale bisognerà ancora attendere, la provincia di Catanzaro è una di quelle aree che fa i conti più di altre con il macigno di un settore che dall’inizio della pandemia non è mai stato interessato da alcun ristoro. Ne sanno qualcosa Anselmo Verrino e Lucia Franco, soci in affari e coppia nella vita, che all’età di 35 e 34 anni si sono già cimentati con la sfida delle sfide: quella che ogni mattina li porta a chiedersi se valga la pena resistere. Loro sono i titolari del Birrificio artigianale della Presila che Anselmo Verrino fondò a Zagarise nel 2012. Un’avventura, la sua, che scattò con una laurea in Ingegneria già in tasca e una passione, quella della birra, da sempre in testa. E quando nel 2014 la sua esperienza finì al centro di una lezione universitaria, il mondo della birra iniziò a inghiottire anche colei che oggi è la sua compagna.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook