Lunedì, 10 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Inchiesta sui pontili nel porto di Catanzaro. Il gip: Comune inerte davanti ad atti falsi
IL DOCUMENTO

Inchiesta sui pontili nel porto di Catanzaro. Il gip: Comune inerte davanti ad atti falsi

di
Niente interdizione per il dirigente Ottaviano ma permangono dubbi sulla procedura

Restano ancora dubbi sulla complessa vicenda dell’affidamento e gestione dei pontili del porto di Catanzaro. Il gip lunedì ha rigettato la richiesta di interdizione che la Procura aveva avanzato per il dirigente comunale Adelchi Ottaviano. Per il giudice, infatti, il dirigente, difeso dagli avvocati Crescenzio Santuori e Francesco Iacopino, in sede di interrogatorio ha fornito «risposte e chiarimenti» che hanno fatto venir meno «quella macroscopica illegittimità» ipotizzata dall’inquirente. A meno che non emergano altri indizi di «collegamento con la società Navylos» non vi sono prove, scrive il gip, circa l’intenzionalità delle condotte di favore. Eppure lo stesso gip sottolinea «alcuni dubbi sulla legittimità dei diversi procedimenti che hanno portato la società Navylos ad aggiudicarsi prima e a ottenere poi l’estensione e quindi la proroga della concessione marittima».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook