Mercoledì, 20 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Fondi distratti ai disabili di San Sostene. Assolti Giuseppina Ranieri ed Angelo Gullà
IN TRIBUNALE

Fondi distratti ai disabili di San Sostene. Assolti Giuseppina Ranieri ed Angelo Gullà

Assolti "perché il fatto non sussiste", questa la decisione del Gup di Catanzaro Gabriella Logozzo per Giuseppina Ranieri, 54 anni, e Angelo Gullà, 54 anni, legale rappresentante e vice presidente del Centro disabili Prisma Onlus, associazione di San Sostene (Catanzaro) che si occupa di favorire l’inserimento sociale e supportare i familiari dei ragazzi diversamente abili. Entrambi erano finiti a processo con l'accusa accusati di truffa e malversazione ai danno dello Stato.

In particolare Ranieri e Gullà, difesi dagli avvocati Vincenzo Ioppoli e Angela La Gamma, erano finiti sotto inchiesta per aver distratto, per finalità personali, oltre 600mila euro di contributi pubblici destinati all’assistenza e all’ospitalità di 17 persone diversamente abili, ospiti del centro di riabilitazione. Con i soldi erogati dalla Regione Calabria, i rappresentanti della “Prisma” avrebbero comprato elettrodomestici, smartphone, computer di ultima generazione, giocattoli, cosmetici, strumenti musicali e addirittura una cucina. Nel corso delle indagini erano stati sequestrati beni immobili e dei conti correnti nelle disponibilità dei due indagati per un valore totale di 262mila euro. Il pm Anna Chiara Reale, titolare del fascicolo, aveva chiesto la condanna per entrambi a 2 anni e 4 mesi di reclusione. Il gup ha invece accolto le tesi difensive assolvendo Ranieri e Gullà perché il fatto non sussiste.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook