Mercoledì, 17 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Vibo, torna l’incognita dell’ecodistretto tra proteste e finanziamenti sospesi
IL DUBBIO

Vibo, torna l’incognita dell’ecodistretto tra proteste e finanziamenti sospesi

di
Le modifiche introdotte dalla Giunta Occhiuto riaprono la questione rifiuti. Ancora in discussione la collocazione di impianti e discariche. E i 42 milioni già stanziati sono in stand-by in attesa della Regione

Era parsa per molti anni una pista da perseguire con convinzione. Oggi, invece, la strada che porta alla realizzazione di un ecodistretto che renda "autonomo" il territorio provinciale torna ad essere in salita. Innumerevoli difficoltà, figlie anche della protesta che si è sollevata dai territori interessati, hanno finito per portare a una serie di rinvii e di ritardi che, alla luce del nuovo Piano regionale dei rifiuti messo a punto dall’esecutivo guidato dal governatore Roberto Occhiuto, rischiano di diventare veri e propri Everest da scalare per arrivare alla realizzazione dell’impianto. Stando alle modifiche approvate in Consiglio regionale la collocazione dell’ecodistretto va decisa dalla Comunità d’Ambito, intanto però Invitalia ha messo in stand-by i fondi già stanziati.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook