Martedì, 31 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Affari milionari a Crotone, le intercettazioni e la preoccupazione per i controlli
L'INCHIESTA

Affari milionari a Crotone, le intercettazioni e la preoccupazione per i controlli

di
Registrate anche alcune conversazioni dell’ex governatrice facente funzioni Antonella Stasi. La strana fattura emessa un anno prima di finire i lavori
Catanzaro, Cronaca

«Sono durati due anni sti lavori tant’è che l’inaugurazione del Marrelli hospital... a ottobre gli abbiamo dovuti fare nella sala...». A parlare, non sapendo di esser intercettata, è Antonella Stasi ex presidente facente funzioni della Giunta regionale. Queste poche parole per gli inquirenti avrebbero però una particolare importanza. L’ex governatrice, moglie dell’imprenditore Massimo Marrelli morto a causa di una frana nel 2018, infatti in quel colloquio afferma che i lavori nel Marrelli hospital sarebbero terminati nel 2014. «Trattasi di elemento significativo - sottolinea il gip nell’ordinanza - atteso che la fattura della società Tfc (una delle società cartiere indagate dalla Finanza) reca la data del 3 dicembre 2013», quindi sarebbe stata emessa «un anno prima dell’ultimazione dei lavori». La Tfc, il cui amministratore era Antonio Franco, sarebbe una delle ditte di cui la Iuledil si sarebbe avvalsa per «trasferire una parte consistente del denaro ricevuto dalla Marrelli hospital». E così quando nel 2018 le società Marrelli vengono sottoposte a controllo fiscale, le intercettazioni registrano le fibrillazioni dei protagonisti della vicenda. In particolare i dialoghi captati si sarebbero concentrati proprio sulla Tfc: «Emerge - annota il gip - la consapevolezza degli interlocutori di come (in relazione a quella società, ndr) vi fossero problemi legati all’assenza di dipendenti». Proprio la Stasi, in una intercettazione, avrebbe manifestato la necessità di trovare delle foto per dimostrare i lavori effettuati. Ma c’è un’ulteriore preoccupazione che trapela dai dialoghi captati dagli investigatori delle fiamme gialle. In un colloquio tra Antonella Stasi e Lorenzo Marrelli, quest’ultimo avrebbe sottolineato come i rapporti con quella società fossero stati sempre intrattenuti attraverso «quella persona».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook