Giovedì, 02 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, Procura europea sempre più distante: anche il Csm vota per la soppressione
L'ACCORPAMENTO

Catanzaro, Procura europea sempre più distante: anche il Csm vota per la soppressione

di
Unanimità del plenum sulla pratica per accorpare a Roma e Napoli la sede catanzarese
Catanzaro, Cronaca
Palazzo Alemanni a Catanzaro

Appare ormai irreversibile la decisione di sopprimere la sede catanzarese della Procura distrettuale europea. Anche il plenum del Csm si è espresso all’unanimità a favore della scelta operata dal ministro della Giustizia Carlo Nordio. Con il documento votato mercoledì a Palazzo Dei Marescialli il territorio che era stato affidato alla sede calabrese verrebbe smembrato e assegnato alle Procure di Roma (i distretti di Catanzaro e Reggio Calabria) e di Napoli (la zona di Potenza). Alla base della decisione l’assenza di richieste per i due posti da procuratore europeo a Catanzaro dopo due bando andati praticamente deserti.
L’allarme per la possibile cancellazione della sede di Catanzaro sarebbe dovuto scattare già mesi fa. A settembre infatti il procuratore capo europeo aveva scritto all’allora ministro Marta Cartabia proponendo la soppressione della sede catanzarese visto che il primo bando per l’assegnazione dei due posti non aveva avuto candidature. Identica sorte aveva avuto il secondo interpello.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook