Giovedì, 17 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
LA PRESENTAZIONE

Ricordato a Roma l'arcivescovo di Catanzaro Antonio Ciliberti, un libro ne ripercorre la vita

di

Un parterre di eccellenze a Roma, nella Basilica di Sant’Andrea delle Fratte, per ricordare la figura di monsignor Antonio Ciliberti, arcivescovo emerito di Catanzaro-Squillace, scomparso il primo aprile 2017. Un pastore “illuminato” che ha segnato profondamente la storia della Chiesa degli ultimi anni anche per il suo impegno contro la criminalità organizzata.

Di fronte a una platea numerosa e qualificata è stato presentato il volume “Antonio Ciliberti, il vescovo della corresponsabilità” edito da Editoriale Progetto 2000 e scritto da don Gaetano Federico, parroco della Chiesa di Sant’Antonio a Corigliano e storico. Un libro che ripercorre la storia e le vicende, sul piano umano e sul piano religioso, di don Antonio, il suo legame intenso con il territorio di Corigliano Rossano e la sua opera nelle Diocesi di Locri-Gerace, Matera-Irsina e Catanzaro-Squillace. Una figura i cui esempi e insegnamenti sono vivi ancora oggi, come è emerso dalle testimonianze che hanno ricordato numerosi aneddoti relativi alla vita di monsignor Ciliberti a partire dal suo impegno antimafia. Interessanti i contributi al dibattito moderato dalla giornalista Rai Camilla Nata e aperto da padre Francesco Trebisonda, parroco e superiore della Basilica di Sant'Andrea delle Fratte, a cui hanno fatto seguito Cesare Mirabelli, presidente emerito della Corte Costituzionale e Segretario Generale del Vaticano; Demetrio Guzzardi, rettore dell'Università Vivariensis; don Gaetano Federico, storico e autore del volume. Si è trattato di un evento molto partecipato, con illustri personalità della chiesa, della magistratura, della politica, della cultura e dell'imprenditoria. Tra questi mons. Donato Oliverio, vescovo di Lungro; Caterina Chiaravalloti, presidente del Tribunale di Latina; Alberto Liguori, procuratore della Repubblica di Terni; Antonello Colosimo, consigliere della Corte dei Conti; Tommaso Marvasi, presidente del Tribunale di Roma; Tonino Scalzo, consigliere della Regione Calabria; Antonella Freno, presidente dell’Associazione Culturale Italide e il coriglianese Francesco Trebisonda, direttore commerciale Aon spa, che ha contribuito all'organizzazione dell'evento e che ogni anno anche in Calabria ricorda l'anniversario della morte di Ciliberti promuovendo una duplice manifestazione, religiosa e culturale.

Una serata di alto profilo alla cui riuscita ha contribuito la location speciale e inedita. Il tavolo dei relatori è stato, infatti, allestito nei pressi dell'altare, dove si racconta che molti anni fa sia apparsa la Madonna e dove, appena qualche mese fa, Papa Francesco si è recato di persona donando dei fiori alla Vergine Maria in segno di devozione e ringraziamento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook