Lunedì, 17 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
IL CONVEGNO

Monterosso Calabro punta sulle tinture in grafite per rilanciare l'economia

di

La grafite, l’Oscar…E poi? Il prossimo futuro dell’economia monterossina potrebbe evolversi in chiave eco-friendly, creando opportunità dall’Handprint Award (meglio noto come Oscar della moda), che Monterosso ha vinto, nel settembre scorso, sulle passerelle del Green Carpet Awards-Milano Fashion Week per aver custodito le millenarie tradizioni relative alla tintura dei capi d’abbigliamento con la grafite.

Per discutere di ciò, nonché per festeggiare il prestigioso riconoscimento, ieri sera sono stati ri-accolti in paese Matteo Ward e Susanna Martucci, i quali, attraverso le proprie organizzazioni (il brand Ward Living e l’azienda Alisea), promuovono rispettivamente l’economia circolare e la rivoluzione green della moda (la seconda industria più inquinante al mondo).

Dalla conferenza - che ha avuto come relatori i due ospiti, il sindaco Antonio Giacomo Lampasi, il consigliere Danilo Greco, il presidente del movimento “S’amu jamu amu jamu” Giacomo Puzzello e l’imprenditore Giovanni Cugliari - è emerso il ruolo centrale che Monterosso Calabro può ricoprire nella rivoluzione del fashion.

In tal senso, si sono già avute le prime dimostrazioni. L’arte tintoria monterossina è stata fondamentale per la realizzazione di Graphi-tee, prima maglietta tinta con polvere di grafite riciclata, che si qualifica come vessillo della Wrad Living e ha portato la stessa sui maggiori saloni internazionali.

"Graphi-tee - ha spiegato Matteo Ward ai monterossini - ha un triplice merito: il primo è quello di esser segno tangibile dell’economia circolare; il secondo consiste nell’esser rispettosa dell’uomo, in quanto è tinta con grafite, non con prodotti dannosi per la salute; il terzo è quello di aver fatto conoscere la storia di Monterosso in tutto il mondo". Lo stesso dicasi della gonna confezionata con fibre di menta e tinta secondo gli insegnamenti monterossini, che ha portato la Wrad Living, Monterosso e le sue tradizioni alla vittoria dell’Handprint Award. Il messaggio ecosostenibile di cui il piccolo borgo angitolano è diventato ambasciatore continuerà ad essere sostenuto da Wrad Livinge e da Alisea a livelli sempre più alti: "Da aprile 2019, per un anno-ha annunciato Matteo Ward-le tradizioni tessili di Monterosso saranno incluse nei percorsi di uno tra più importanti musei di moda italiani".

Tutti questi successi potrebbero divenire il volano per la tanto auspicata crescita economica di Monterosso e di tutto il comprensorio dell’Angitola. In tale ottica, Susanna Martucci ha invitato a far leva sulle proprietà della grafite, minerale di cui in paese è presente l’unica cava italiana ancora non esaurita: "Bisogna ben studiare il minerale, per individuarne tutte le possibilità di impiego; ad esempio, la grafite scherma i campi elettrici. Di conseguenza, un abito tinto con la grafite potrebbe proteggere chi lo indossa da una determinata quantità di onde elettromagnetiche". Per indirizzare le nuove generazioni alla scoperta del prezioso minerale monterossino, Susanna Martucci ha donato ai bambini “Perpetua”, la matita ideata e creata da Alisea con scarti di grafite .

Qualche piccolo passo per “scrivere il futuro” con la grafite è già stato compiuto nel settore dei materiali. L’azienda Cugliari, produttrice di mobili, ha realizzato la madia monterossina dipinta con la grafite; ha, dunque, sperimentato con successo l’utilizzo del minerale in questione per tingere materiali diversi dai tessuti. Giovanni Cugliari, esponente della predetta azienda, ha lanciato una sfida: per ogni madia venduta, una parte del ricavato verrà destinata al supporto di chi intende fare impresa partendo dalla grafite monterossina. Altre proposte sono arrivate dal commissario del Parco delle Serre, che ha suggerito al sindaco Antonio Giacomo Lampasi di inserire il sito della miniera di grafite nel Parco stesso, per ampliare le prospettive dell’area. Pronta a mettersi in gioco anche la Pro loco, il cui presidente Domenico Capomolla ha ribadito l’importanza di osare e di pensare in grande per l’avvenire del paese.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X