Lunedì, 21 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Badante senza diritti e con la laurea nel cassetto: i sogni infranti di una donna di Vibo
LA STORIA

Badante senza diritti e con la laurea nel cassetto: i sogni infranti di una donna di Vibo

di

Non avrebbe mai pensato quando si iscrisse all'Università di Messina alla facoltà di Scienze politiche che da adulta si sarebbe ridotta a fare la badante.

G. L. - che per ragioni di privacy chiameremo con il nome di fantasia Giada - ha quarantacinque e dopo una serie di lavori precari non è più riuscita ad inserirsi nel circuito lavorativo. Al momento del diploma aveva tanti progetti.

Era partita per la Germania per approfondire la lingua, per poi volare fino a Londra, dove era rimasta per circa un anno. Aveva frequentato il liceo linguistico, acquisendo una buona conoscenza di inglese e tedesco.

L'articolo completo nell'edizione odierna di Vibo della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook