Venerdì, 17 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Mister Alessandro Erra: «Rieccomi Lamezia, serve il sostegno di tutti»
SERIE D

Mister Alessandro Erra: «Rieccomi Lamezia, serve il sostegno di tutti»

di
Il tecnico della nuova squadra ha già guidato sia Vigor che Sambiase. Il dg Martino: «Vogliamo creare un’idea vincente». Mazzei (ds): «Ci crediamo»

Dopo cinque anni Alessandro Erra ritorna a Lamezia per guidare una nuova realtà calcistica, la terza dopo Vigor e Sambiase. La nuova società guidata da Felice Saladini (ieri assente alla conferenza per motivi di lavoro) si affida alla figura del tecnico campano, alle sue doti tecniche ed umane non solo per portare in alto i coloro gialloblu dell’FC Lamezia Terme, di cui ieri è stato presentato il nuovo logo (bastione di Malta in alto, colori gialloblu che abbracciano tre stelle e sullo sfondo la scritta “vis unita fortior”) ma di unire le due tifoserie, presso le quali gode ancora di una buona reputazione per il buon lavoro svolto in precedenza.

In assenza di Saladini, il compito di presentazione del tecnico è toccato al dg Gabriele Martino, che ha ribadito la validità "del nuovo progetto voluto espressamente da Saladini, che si propone come volano la crescita di Lamezia e dell’intero territorio, sviluppare il senso di appartenenza e creare una mentalità vincente che - ribadisce ancora l’ex dirigente reggino - non significa essere primo in classifica ma sviluppare un modello di società capace di primeggiare sul piano organizzativo e strutturale, collaborare con le altre realtà del territorio, formare centri di formazione per i più giovani".
Prima di Erra prende la parola il ds Antonio Mazzei, per ribadire che "l'obiettivo di questo progetto è di arrivare al professionismo; si partirà il 16 o il 17 agosto, anche se ancora la data non è stata decisa; l’intento è arrivare al ritiro con la rosa al completo ma non ci lasceremo condizionare dalla fretta; nella scelta dei giocatori terremo conto essenzialmente dalle caratteristiche comportamentali, dalla voglia di lottare, dalle motivazioni che li animano. L’arrivo di Erra è motivato dal fatto che siamo di fronte a una figura ambiziosa, pragmatica, come ha dimostrato nelle due precedenti esperienze, capace col suo carisma di unire le due tifoserie".

Emozionato Erra. Lo ribadisce lui stesso: "Sì, è vero provo tanta emozione – dice - perché sinceramente non pensavo di dovere tornare per la terza volta a Lamezia, che è stata una tappa importante della mia vita; sono onorato di essere stato scelto per avviare un discorso importante, che è quello di portare Lamezia in alto con l’aiuto ed il sostegno di tutti".
Il tecnico di Pellezzano ribadisce che non "bisogna farsi trovare impreparati visto che i vari gironi di serie D hanno caratteristiche e peculiarità particolari e ci sarà da battagliare; sarà il terreno di gioco a dare il responso finale, per cui dobbiamo pensare a fare le cose per bene, in quanto secondo la mia esperienza, i risultati arrivano con il lavoro e non con gli slogan".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook