Mercoledì, 06 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Accordo con la Pro Loco di Serra San Bruno: riapre l’area espositiva botanica di Villa Bonitas

Accordo con la Pro Loco di Serra San Bruno: riapre l’area espositiva botanica di Villa Bonitas

Nello splendido scenario naturalistico presente tra la Certosa e Santa Maria del Bosco si estende per sei ettari l’area di “Villa Bonitas” dove, su iniziativa dello studioso locale prof. Maurizio Siviglia e su concessione della Curia Arcivescovile di Catanzaro Squillace, è sorta negli anni un’area espositiva sulla flora dell’area delle Serre.

L’area espositiva, che si compone di spazi all’aperto e al chiuso, è arricchita anche da una sezione relativa alla lavorazione del legno con strumenti tradizionali.

Dopo un accurato intervento di manutenzione degli ambienti interni ed esterni, l’area espositiva riapre al pubblico per la stagione estiva ed è resa fruibile a singoli e a gruppi. Proprio nell’ottica di aprire alla possibilità di visite da parte di gruppi e scolaresche l’apertura della struttura sarà estesa sino al 30 ottobre.

Nella straordinaria cornice naturalistica il visitatore può ammirare piante rare e officinali sia all’aperto sia conservate negli erbari, la fedele riproduzione di tutte le specie di funghi presenti nel territorio del Parco, una rappresentazione completa di tutte le essenze officinali e commestibili con indicazione delle proprietà e dei vari utilizzi.

L’apertura dell’area è garantita dalla collaborazione instaurata con la Pro Loco di Serra San Bruno che fornirà un utile supporto organizzativo e operativo. "La riapertura dell’area espositiva rappresenta per il Parco – ha dichiarato il Commissario Straordinario Alfonso Grillo – un altro importante passo verso la messa a sistema di tutta una serie di iniziative promozionali. La collaborazione con la locale Pro Loco arricchisce ulteriormente l’iniziativa poiché instaura una sinergia vincente tra soggetti operanti nel settore del turismo. La previsione dell’apertura autunnale permetterà inoltre di sperimentare le visite da parte di scolaresche nell’ambito di progetti di educazione ambientale".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook