Domenica, 25 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Il sogno di Natuzza prende forma a Mileto, benedetta la nuova Chiesa FOTO | VIDEO

Il sogno di Natuzza prende forma a Mileto, benedetta la nuova Chiesa FOTO | VIDEO

Migliaia di fedeli si sono recati a Paravati per la solenne liturgia di Dedicazione della Chiesa Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime, fortemente voluta da Natuzza Evolo. Tra i presenti anche due figli della mistica, Angela e Francesco, con le rispettive famiglie. L’evento tanto desiderato ha luogo nella Villa della Gioia, sede della Fondazione ispirata ai carismi della mistica, con una solenne liturgia presieduta da Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Attilio Nostro. Al suo fianco i vescovi monsignor Francesco Savino (Cassano Ionio), monsignor Benigno Luigi Papa, monsignor Giovanni D'Ercole, monsignor Fortunato Morrone (Reggio-Bova), monsignor Claudio Maniago (Catanzaro Squillace), Monsignor Serafino Parisi (Lamezia Terme). Concelebrano una decina di diaconi e 150 tra altri sacerdoti e seminaristi. Significativa la presenza di due preti molto speciali per Natuzza, come Pasquale Barone, storico parroco di Paravati e don Michele Cordiano (padre spirituale della mistica e rettore della nuova Chiesa). Il coro di giornata (composto da rappresentanti di numerose parrocchie della Diocesi di Mileto-Nicotera e Tropea) è guidato da Gianfranco Cambareri.

L'evento

Dopo anni di attesa, con grande gioia, la Fondazione ispirata ai carismi di Natuzza Evolo comunica la Dedicazione della Chiesa Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime in Paravati (VV).
L’evento tanto desiderato ha luogo nella Villa della Gioia, sede della Fondazione, con una solenne liturgia presieduta da Sua Ecc.za Rev.ma Mons. Attilio Nostro.

L’edificio di culto è composto da quattro cappelle a forma circolare ed è capace di ospitare al suo interno circa tremila persone con una piazza antistante a forma di cuore, che può contenere diecimila pellegrini, a rappresentare il grande cuore della Madonna che si offre come rifugio per tutte le anime.

La costruzione, così come l’intera Villa della Gioia, è frutto di un’apparizione che la mistica ebbe nel 1944 nell’umile casa dove si era appena sposata con Pasquale Nicolace. Nel corso della visione Natuzza racconta di aver detto alla Vergine: come vi ricevo in questa casa brutta? E la Madonna le rispose: Non ti preoccupare, anche nella casa brutta possiamo venire, ma ci sarà una nuova casa, una chiesa, dedicata al Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook