Giovedì, 20 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Mater Domini, bilancio bocciato
CATANZARO

Mater Domini,
bilancio bocciato

mater domini, Catanzaro, Calabria, Archivio
mater domini cz

 La Regione Calabria passa al setaccio i conti delle aziende sanitarie e scopre buchi milionari. Presenta una perdita d’esercizio pari a 12,2 milioni di euro l’Azienda ospedaliero-universitaria Mater Domini di Catanzaro, unico ente sanitario della Calabria a gestione “mista” Uni - versità-Regione. Il dato è riferito al bilancio 2011 (l’ultimo monitorato) adottato dal dg dell'Azienda con delibera del primo agosto 2012. La perdita, maggiore rispetto all'anno precedente di circa 4 milioni, ha indotto il Commissario ad acta per la sanità, Giuseppe Scopelliti, a non approvare il bilancio d'esercizio. Censurati il mancato contenimento della spesa per il personale e lo sforamento dei tetti di spesa per l’acquisizione di beni e servizi. Giro di vite dell’Ufficio del commissario anche sugli esborsi per consulenze, gettoni di presenza ed elargizioni varie negli enti sanitari calabresi: è di ieri la pubblicazione di un altro significativo decreto che, prendendo atto dei rilievi del Tavolo Massicci, esclude qualsiasi compenso o rimborso a qualunque titolo per i componenti del comitato consultivo dell’appena istituito Centro regionale del sangue. Un segnale di quanto sia capillare il controllo del Tavolo romano su ogni singolo “respiro” della sanità calabrese.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook