Giovedì, 20 Settembre 2018
CATANZARO

Morte Aldo Cantafio,
i giudici condannano
entrambi gli imputati

bevilacqua e critelli, Catanzaro, Calabria, Archivio

Sono stati condannati nel secondo processo d’appello (pur con alcune differenze rispetto alla sentenza di primo grado) i due uomini finiti sotto inchiesta per la morte di Aldo Cantafio, il 41enne trovato cadavere su un pianerottolo di uno stabile in via Teano. Dopo l’annullamento del processo di secondo grado da parte della Cassazione, ieri i giudici della Corte d’appello (presidente Marchianò, a latere Saullo e Carè, cancelliere Lobello) hanno condannato a sei anni e due mesi di reclusione Franco Simone Bevilacqua, di 30 anni, difeso dall’avvocato Alessandro Guerriero, accusato di spaccio di stupefacenti e morte come conseguenza di altro delitto, e a un anno di reclusione Fabio Critelli, di 35 anni, assistito dall’avvocato Giuseppe Menzica, accusato del favoreggiamento del primo imputato. Il sostituto procuratore generale, Marisa Manzini, aveva chiesto la condanna a sei anni e due mesi di Bevilacqua e a 2 anni di Critelli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook