Lunedì, 15 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Lamezia, dodicenni vanno in “tilt” con l’ectasy
ALLARME

Lamezia, dodicenni vanno in “tilt” con l’ectasy

ecstasy, lamezia terme, Catanzaro, Calabria, Archivio
Lamezia, dodicenni vanno in “tilt” con l’ectasy

Arrivano da sole al pronto soccorso. Le amiche le abbandonano e bocche cucite
Arrivano tutte “fatte”. Sole e di notte. Hanno quindici, anche dodici anni. Soprattutto ragazzine. Non riescono a parlare quando arrivano nel reparto pediatria. Le portano lì poliziotti o carabinieri che avverono i genitori, se riescono a trovare il numero di “mami” o “papà” nella rubrica dei loro telefonini. Vengono abbandonate dalle loro amichette e compagne di scuole appena si sentono male e cominciano a vomitare. Prendono l’ectasy con 15 euro. Distruttiva.

È la Mdma, metilenediossimetanfetamina. Ti “flippa” la testa appena ingoi la pilloletta, dopo avere bevuto anche solo una bitta o un mojito. Cadono a terra e strisciano. La loro compagnia di adolescenti per paura, per stupidità, per età, si eclissa. E loro restano lì a terra, inermi. Completamente in “tilt”.

Non è la scena di un film girato a Roma o Milano. Accade a Lamezia, quasi in ogni weekend. Fiumi di ectasy fuori e dentro i locali della movida lametina, nel vecchio centro storico dove si muovono minorenni in cerca d’emozioni forti, che ancora non sanno.

Leggi l'intero articolo nell'edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook