Martedì, 09 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Massacrata nel giorno dedicato alle donne
CIRÒ MARINA

Massacrata nel giorno dedicato alle donne

di
antonella lettieri, cirò marina, omicidio, Catanzaro, Calabria, Archivio
Massacrata nel giorno dedicato alle donne

Cirò Marina

Mentre nel mondo, ancora si celebrava ancora la festa della donna, Antonella Lettieri, donna e indifesa, veniva massacrata nella sua abitazione a Cirò Marina. Chi ha ucciso Antonella, 42 anni, compiuti martedì, ha infierito con tale violenza sul viso e il corpo della donna che, ieri investigatori ed inquirenti, stentavano a descrivere lo strazio commesso dalla mano assassina, tuttora ignota.

Il corpo della 42enne è stato trovato attorno alle 8 di ieri mattina, riverso in una pozza di sangue nell’ingresso, a piano terra, della casa a due piani: al numero civico 11 di via Cilea. Il medico legale, la dottoressa Isabella Aquila, che ha eseguito l’esame esterno del cadavere ha riscontrato ferite devastanti al capo e su tutto il corpo: risultato di colpi sferrati con una ferocia bestiale dall’assassino armato di uno o più oggetti contundenti e, forse, anche di una lama. In via Cilea, sono intervenuti con il sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Crotone Alfredo Manca, i carabinieri della Compagnia, diretta dal capitano, Alessandro Epifanio, la squadra investigazioni scientifiche del Reparto operativo del Comando provinciale di Crotone e lo stesso comandante provinciale dell’Arma, il colonnello, Salvatore Gagliano.

Antonella secondo una prima ricostruzione del femminicidio, avrebbe lottato, opponendo una strenua difesa: il che spiega sia le ecchimosi sulle mani, ma anche il disordine in cui è stata trovata l’abitazione. Nella casa di Via Cilea, nel dedalo di costruzioni, che si sviluppano attorno a via Scalaretto, Antonella Lettieri, ultimogenita, con la sorella gemella, Silvia, di una famiglia di ben 9 figli, 7 donne e 2 maschi, viveva, ormai, da sola: una decina di anni fa era venuto a mancare il padre, Nicodemo, mentre la mamma è deceduta 30 anni fa.

Leggi l'intero articolo nell'edizione digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook