Sabato, 03 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Tanti i coni d'ombra sull'omicidio di Francesco
MILETO

Tanti i coni d'ombra sull'omicidio di Francesco

di
francesco prestia lamberti, Catanzaro, Calabria, Archivio
Tanti i coni d'ombra sull'omicidio di Francesco

Tre mesi fa, precisamente la sera del 29 maggio scorso veniva ucciso a colpi di pistola il quindicenne Francesco Prestia Lamberti. Il ragazzo venne rinvenuto con le mani in tasca, in località “Vindacitu” in mezzo agli uliveti delle campagne tra i comuni di Mileto e di Francica.

Del terribile delitto si è autoaccusato un altro quindicenne che la sera stessa ha indicato ai carabinieri il posto in cui, a suo dire, sarebbe stato consumato il crimine al culmine di una lite scaturita, sempre secondo le sue dichiarazioni, da motivi di natura sentimentale.

Questa in estrema sintesi la spiegazione del presunto giovane omicida. Ma tanti sono gli aspetti ancora da chiarire che a distanza di tre mesi sono ancora avvolti nel mistero più fitto. Tra questi le eventuali complicità di cui si è parlato sin dai primi giorni, l’arma del delitto, una pistola calibro 6,35, che non è stata mai ritrovata, il luogo dell’omicidio che potrebbe essere avvenuto in un posto completamente diverso da quello in cui è stato rinvenuto il cadavere. Inoltre, la sensazione netta che negli ambienti frequentati da Francesco Prestia Lamberti ci sia più di qualcuno a conoscenza di particolari non ancora svelati. Da qui la richiesta di verità, come quella che giunge in queste ore dall’associazione “Nemo Cultura” che via web invoca che sia fatta finalmente piena luce sui lati sulla morte del ragazzo. «Adesso che i festeggiamenti e le commemorazioni di questa estate miletese, peraltro molti sobri ed essenziali – afferma l’associazione – sono finiti cerchiamo di capire il da farsi partendo ovviamente dalla verità che tutti aspettiamo per il giovane Francesco, visto che il tempo sta scorrendo come un fiume in piena e di novità ce ne sono davvero poche». Richiesta di verità che è stata invocata recentemente anche durante i festeggiamenti patronali di San Rocco e di San Fortunato Martire. Intanto il Real Mileto, dove il giovane ucciso svolgeva il ruolo di capitano della formazione allievi, ha reso noto che Francesco Prestia Lamberti verrà ricordato sia attraverso il logo della società che con una foto celebrativa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook