Domenica, 23 Settembre 2018
VIBO VALENTIA

Autobomba a Limbadi, indagano i Ris

limbadi, matteo vinci, Catanzaro, Calabria, Archivio
Morto per bomba in auto, il rebus dell'innesco

Sono stati inviati ai laboratori del Ris di Messina i reperti dell'ordigno e delle parti della Fiat Fiesta esplosa nella detonazione che a Limbadi lo scorso 10 aprile ha ucciso Matteo Vinci, di 44 anni, e ferito il padre Francesco, di 75.
Gli specialisti del Reparto investigazioni scientifiche dei carabinieri saranno chiamati ad effettuare una serie di esami circa l'esatta composizione della miscela esplosiva e la tipologia di ordigno utilizzato in località "Cervolaro".
Nel frattempo, l'amministrazione comunale di Limbadi, guidata dal sindaco Giuseppe Morello, ha fissato per domenica, alle 17, un consiglio comunale straordinario e aperto dedicato al grave fatto di sangue mentre la lista "Limbadi libera e democratica", formazione politica con la quale Matteo Vinci si era candidato nelle ultime elezioni comunali, ha indetto una fiaccolata che si svolgerà nella serata di domani. Il raduno è fissato davanti al Municipio di Limbadi. (ANSA)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X