Martedì, 05 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cinema

Home Cultura Cinema Catanzaro, il corto sulla "Gomorra" della città. Limousine, champagne e il nipote del boss
RETROSCENA

Catanzaro, il corto sulla "Gomorra" della città. Limousine, champagne e il nipote del boss

Le polemiche di un anno fa

Cosimo per tutti Jeson non è la prima volta che conquista l’attenzione dei media. Lo aveva fatto circa un anno fa quando per i suoi 18 anni si presentò tra i palazzi popolari di viale Isonzo con tutta la sua famiglia con limousine e champagne. E a far da gran cerimoniere c’era l’ex neomelodico ora trapper Niko Pandetta più noto per le sue parentele scomode che per le sue canzoni. Siciliano di nascita il cantante che si è esibito per Jeson nell’agosto scorso è nipote del boss ergastolano Turi Cappello. Tra testi dedicati ai detenuti al 41bis e tatuaggi con pistole, Pandetta si è conquistato una certa fama tanto da avere milioni di visualizzazioni su youtube e un tour da star nazionale.

I video di quei festeggiamenti avevano fatto il giro dei social e hanno scatenato il dibattito tra i cittadini su quanto avvenuto nel quartiere più difficile della città, considerato il quartier generale della criminalità rom. Di «vergogna» avevano parlato Gianfranco Morabito e Rocco Morelli, rispettivamente segretario provinciale dei sindacati di Polizia Siulp ed Fsp per «una festa tenutasi fuori da ogni regola».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Catanzaro

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook