Domenica, 28 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca False autocertificazioni per ricevere il "Rei", 5 denunce a Lamezia
LA TRUFFA

False autocertificazioni per ricevere il "Rei", 5 denunce a Lamezia

di

Per rientrare nei parametri previsti per usufruire del Reddito di inclusione (REI), avrebbero depositato delle autocertificazioni non veritiere sia per quanto riguarda il nucleo familiare che per quanto riguarda i redditi. Per questo motivo cinque persone sono state denunciate dalla Polizia locale di Lamezia Terme, dopo aver effettuato dei riscontri incrociati, svolti in collaborazione con gli altri uffici comunali, e di conseguenza anche escluse dal beneficio economico richiesto.

Le persone sono state denunciate alla Procura della Repubblica di Lamezia per false autocertificazioni. Un fenomeno diffuso, considerato che dall’inizio dell’anno ad oggi sono circa 25 le persone denunciate per lo stesso reato. L'escamotage di modificare in sede di autocertificazione la composizioni del nucleo familiare al fine di abbassare l'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) dello stesso viene realizzato attraverso l'espunzione fittizia di un convivente percettore di reddito, ovvero dall'inclusione (solo sulla carta) di un familiare disoccupato od inoccupato, quindi non percettore di redditi.

Molti di questi fraudolenti tentativi vengono bloccati alla fonte, attraverso il controllo delle dichiarazioni sulla movimentazione migratoria, demandato in sede comunale, alla Polizia Locale. Le persone denunciate rischiano la pena della reclusione fino a due anni e sono stati da subito esclusi dal beneficio economico richiesto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook