Martedì, 05 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca I “soldi” della Cittadella regionale di Catanzaro usati dalle cosche per la pace con i rom
CRIMINALITÀ

I “soldi” della Cittadella regionale di Catanzaro usati dalle cosche per la pace con i rom

di

Catanzaro dalla fine degli Ottanta a oggi ha vissuto sotto l’asfissiante controllo delle cosche crotonesi. Lo certificano i giudici che hanno condannato in primo grado la cellula ‘ndranghetista guidata da Piero Mellea e Roberto Corapi che controllava il capoluogo su mandato del boss di Cutro Nicolino Grande Aracri.

Così anche due luoghi simbolo della vita pubblica cittadina avrebbero avuto un ruolo centrale nella vita criminale della città: la Cittadella regionale e il Parco delle Biodiversità. I “soldi” della nuova casa dei calabresi, Palazzo degli Itali, sarebbero serviti per siglare la pace tra le fazioni che si spartivano il territorio.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook