Venerdì, 18 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
L'INDAGINE

Bimba nata morta all'ospedale di Lamezia, la Procura apre un fascicolo

106 anni, bimba, lamezia, nata morta, ospedale, parto, annibale torchia, antonello mancuso, nicolina piccoli, salvatore curcio, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Ospedale di Lamezia

Tragedia all’ospedale di Lamezia Terme, dove un parto si è trasformato in un vero e proprio incubo. È successo tutto nel giro di circa ventiquattr’ore e adesso sarà la Procura della Repubblica guidata da Salvatore Curcio, alla luce della denuncia presentate tramite l’avvocato Antonello Mancuso, a chiarire perché una piccola è deceduta ancor prima di vedere la luce dal grembo della mamma.

Tutto è iniziato giovedì, quando una trentenne di Carlopoli, Nicolina Piccoli, si è presentata in ospedale dopo avere rotto le acque in vista del parto. Condotta al reparto di Ostetricia e Ginecologia, la signora – tra visite e controlli vari – avrebbe aspettato a lungo prima di essere sottoposta al cesareo; secondo la denuncia, in particolare, sarebbero passate circa ventiquatt’ore .

E purtroppo, per la creatura che la donna portava in grembo ormai da 9 mesi non c’è stato nulla da fare: la bimba è nata morta. Immediatamente il marito della signora Piccoli, il quarantenne Annibale Torchia, ha deciso di sporgere denuncia e insieme all’avvocato Mancuso si è presentato al commissariato di Polizia di Lamezia Terme. Da parte sua, la Magistratura ha già compiuto i primi atti d’indagine, passati dal sequestro della cartella clinica e della salma che verrà sottoposta ad esame autoptico.

Leggi l'articolo completo su Gazzetta del Sud - edizione Catanzaro in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook