Mercoledì, 24 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
CARABINIERI

Casa di una donna e della figlia di 10 anni invasa dai rifiuti, storia di degrado dalla provincia di Vibo

di

Non si sa da quanto tempo vivessero in quelle condizioni. Una storia di degrado, ma anche di estrema tristezza, emersa in un centro del Vibonese dove una donna e la sua bambina di dieci anni vivevano in una casa letteralmente sommersa dai rifiuti. Una storia di disagio sociale a cui hanno posto fine i carabinieri della Stazione di Maierato – competenti per territorio – i quali hanno deferito la donna   poiché  faceva vivere la figlia minorenne in più che precarie condizioni igienico-sanitarie e quindi in  un ambiente malsano. Al contempo la bambina è stata affidata ad una parente allo scopo di farla continuare a vivere nel contesto familiare ed evitarle altri traumi.

Risale a giovedì scorso il controllo dei militari nell’abitazione dove vivevano madre e figlia.  Accanto ai  carabinieri  anche i responsabili del dipartimento Igiene e salute dell’Asp di Vibo, nonché il sindaco del centro interessato ed i servizi sociali. Per tutti, varcata la soglia di casa,  si è aperto uno scenario difficile anche da immaginare a causa delle pessime condizioni igienico sanitarie dell’abitazione. Da quanto emerso, infatti, la casa era completamente invasa  di rifiuti e materiale di ogni genere. Tanto che  è stata immediatamente predisposta la bonifica la  disinfestazione.

Il controllo dei militari guidati dal comandante Giuseppe Cozzo è avvenuto a seguito di una segnalazione di alcuni vicini,  molto  preoccupati da quanto sospettavano potesse celarsi al di là dell’uscio di casa. Alla  vista dei carabinieri la donna – una casalinga del posto di 34 anni –  non ha comunque opposto alcuna resistenza, decidendo così di affidarsi a chi poteva aiutarla per porre fine a  un brutto incubo per  lei e per la figlia.

Lo stato di degrado era iniziato probabilmente da cinque anni o, comunque, da quando la donna è rimasta a vivere da sola con la figlia, a seguito di separazione dal marito. Quell’abitazione il  cui esterno manifestava decoro, al suo interno, con  il passare del tempo, si era trasformata in una stamberga. E lo sapeva bene la donna, visto che non consentiva l’accesso a nessuno, tantomeno alla sua famiglia di origine che minimamente immaginava quanto si consumasse tra quelle mura domestiche. Ambienti completamente sommersi dai rifiuti, nell’intero perimetro abitativo, in ogni centimetro quadrato. L’immobile è stato sottoposto a servizio di bonifica e disinfestazione ed ora la donna sarà aiutata a riabilitarsi, seguendo un programma  ad hoc.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook