Martedì, 31 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catanzaro, enti locali infestati dalle 'ndrine: oltre 160 le cosche, 4mila gli affiliati
IL BILANCIO

Catanzaro, enti locali infestati dalle 'ndrine: oltre 160 le cosche, 4mila gli affiliati

di
catanzaro anno giudiziario, Domenico Introcaso, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Anno giudiziario a Catanzaro

«Partecipazione diretta degli affiliati alle attività istituzionali». Buona parte dell’intervento del presidente della Corte d’Appello di Catanzaro Domenico Introcaso è dedicato non solo agli oltre 2300 affiliati alle cosche operanti nel distretto ma soprattutto alla loro infiltrazione nella vita pubblica delle comunità calabresi. La dimostrazione arriva con l’esperienza diffusa e il tragico fenomeno dello scioglimento «di numerosissime amministrazioni comunali e di formazione intermedia per infiltrazione e influenza mafiosa».

Un esercito di almeno 2.300 accoscati contro cui si trovano a combattere pochi magistrati e alla prima esperienza contro l'organizzazione criminale che può contare su almeno 4mila affiliati. È il “paradosso Calabria”, come lo definisce il presidente della Corte d'appello di Catanzaro Domenico Introcaso. Così i processi di maggiore allarme criminale locale, nazionale ed internazionale, sono celebrati da collegi composti dai Mot magistrati di prima nomina. Eppure, per usare le parole di Introcaso, «spes contra spem», e così questa nuova generazione di magistrati ha dato.

Leggi la versione integrale dell’articolo su Gazzetta del Sud – edizione Catanzaro in edicola oggi.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook