Mercoledì, 01 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Animali uccisi dopo un tentato furto, orrore nelle campagne di San Gregorio d'Ippona
CARABINIERI

Animali uccisi dopo un tentato furto, orrore nelle campagne di San Gregorio d'Ippona

Della serie alla barbarie nel Vibonese non c'è fine. Perché quanto accaduto ieri sera a San Gregorio d'Ippona lascia davvero senza parole. Ma in un terrritorio dove molto spesso il rispetto per una vita umana è pari a zero può accadere anche che un presunto tentativo di furto si trasformi in una carneficina di animali.

E la cronaca dell'agghiacciante tardo pomeriggio nelle campagne di Zammarò, frazione di San Gregorio d'Ippona, centro alle porte di Vibo Valentia, provoca rabbia e indignazione. In pratica ignoti si sono intrufolati all'interno di un'azienda agricola del posto, presumibilmente allo scopo di compiere un furto di bestiame, ma qualcosa evidentemente è andata storta e il bilancio del tentativo di furto è finito nel sangue.

I malviventi, infatti, prima avrebbero cercato di far superare a uno dei cavalli che si trovavano all'interno del recinto la rete, ma nel farlo l'animale si è ferito in modo così grave che è caduto morto pochi metri più avanti. Sorte diversa è toccata a un vitello, preso a bastonate, e poi gravemente ferito a colpi d'accetta.

L'animale dapprima affidato alle cure del servizio veterinario dell'Asp è stato successivamente macellato per volontà dello stesso agricoltore così come dispone la legge. A denunciare l'accaduto è stato il proprietario dell'azienda, un agricoltore di San Gregorio d'Ippona.

Sul posto si sono quindi precipitati i carabinieri della locale Stazione unitamente ai colleghi del Norm, il Nucleo operativo radiomobile, che hanno avviato le indagini per ricostruire la vicenda e accertare il reale motivo di tanta bestiale brutalità.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook