Mercoledì, 24 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
LE INDAGINI

Delitto Fiorillo, interrogatori nel carcere di Vibo: ma i due indagati fanno scena muta

di

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere i due giovani vibonesi arrestati all’alba di mercoledì dalla Polizia in quanto ritenuti i presunti killer di Francesco Fiorillo, 45 anni, commerciante di Vibo ucciso il 15 dicembre del 2015 in località “Suriani” della frazione Longobardi.

Ieri Saverio Ramondino, 27 anni di Vibo (difeso dall’avvocato Francesco Sabatino) e Arcangelo D’Angelo, 29 anni di Piscopio, frazione di Vibo (avvocato Marco Talarico) sono comparsi davanti al gip Giulio De Gregorio per l’interrogatorio di garanzia.

Entrambi però hanno scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere alle domande del giudice, per cui l’udienza – presente il pm Concettina Iannazzo – è stata al quanto veloce.

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook