Lunedì, 18 Febbraio 2019
stampa
Dimensione testo
EMERGENZA

Porto di Lido, furti di imbarcazioni e attrezzi spariti: pescatori senza pace

di

Quattro imbarcazioni fatte sparire in quattro anni. L’ultimo episodio risale, invece, proprio alla scorsa settimana quando alcune reti sono state sottratte da una barca assieme a tutta l’attrezzatura da pesca. È, insomma, allarme sicurezza al porto di Lido, un problema per la verità non nuovo ma oggi ancor più avvertito da quando la Capitaneria ha interdetto ai pescatori l’uso delle vecchie banchine disponendo lo spostamento delle imbarcazioni verso i nuovi attracchi.

L’accesso libero a qualsiasi ora del giorno e della notte, l’assenza d’illuminazione e di ogni forma di sorveglianza non scoraggia il fenomeno, anzi. «Vivo sempre con il timore di imbarcarmi la mattina per andare a pesca e di non trovare più le reti - racconta un pescatore -. Ho paura, io le attrezzature le pago e onestamente non fa piacere subire continuamente furti». Ma non sono solo le reti ad essere diventate bersaglio dei ladri: «Capita spesso che venga portato via anche il carburante. Le imbarcazioni di piccole dimensioni – spiega ancora –, a differenza dei pescherecci dotati di taniche in acciaio, hanno il motore fuori bordo con i serbatoi removibili. E la mattina, spesso e volentieri, ci troviamo senza carburante».

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X