Venerdì, 18 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
OSPEDALE "PUGLIESE"

Oncologa di Soverato da 5 anni in coma dopo il parto, altri testimoni al processo

di
Caterina Viscomi, condanna, ospedale pugliese, parto cesareo, procura, tribunale di catanzaro, Caterina Viscomi, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Tribunale di Catanzaro

Hanno fornito ulteriori elementi su quanto accaduto in sala operatoria e illustrato quei “campanelli d’allarme” visivi che possono aiutare un medico a capire le condizioni del paziente che ha sotto i ferri.

È ormai alle ultime battute il processo con rito abbreviato in corso al Tribunale di Catanzaro sul caso dell’oncologa soveratese Caterina (Catia) Viscomi, 43 anni, finita in coma all’ospedale “Pugliese” il 6 maggio 2014 durante il parto cesareo col quale ha dato alla luce il proprio primogenito.

Una vicenda per la quale sono imputati due medici accusati di lesioni e falso e per i quali la Procura ha chiesto una condanna a due anni e otto mesi.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Catanzaro in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook