Lunedì, 21 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
LA SENTENZA

Infiltrazioni mafiose a San Basile: il Consiglio di Stato conferma lo scioglimento del Comune

di
consiglio di stato, scioglimento comune, sorbo san basile, luigi riccelli, Catanzaro, Calabria, Cronaca
Il borgo di Sorbo San Basile

Dopo il Tar del Lazio anche il Consiglio di Stato conferma lo scioglimento del consiglio comunale di Sorbo San Basile, rigettando l’appello presentato dall’ex sindaco Luigi Riccelli, il quale all’indomani della sentenza del Tar del Lazio aveva deciso di rivolgersi ai giudici amministrativi di secondo grado, attraverso il proprio legale Mario Chieffallo, contro la presidenza della Repubblica, la presidenza del Consiglio dei ministri, il ministero dell’Interno e l’Ufficio territoriale del Governo di Catanzaro.

La sentenza di primo grado era stata impugnata dall’ex sindaco e dai suoi assessori, tra l’altro, per violazione dell’articolo 143 del decreto legge 267/2000 (eccesso di potere per carenza di presupposti), affermando che mancherebbero «concreti, univoci e rilevanti elementi su collegamenti diretti o indiretti con la criminalità organizzata». I legali della parte ricorrente contestavano, come si legge nella sentenza di appello, «la portata indiziaria evidenziata dal ministero dell’Interno a sostegno di un collegamento dell’attuale giunta con una non meglio specificata criminalità locale». Ma secondo i giudici del Consiglio di Stato «l’appello è infondato e va respinto».

Leggi la versione integrale dell’articolo su Gazzetta del Sud – edizione Catanzaro in edicola oggi.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook